Passa ai contenuti principali

Diritto internazionale


Diritto internazionale: no stato sovrano. Regolano rapporti tra gli stati. Pubblico relazioni tra stati, privato tra cittadini e stranieri. fonti sono le consuetudini(ripetizione comportamenti con convinzione siano obbligatori) e trattati(accordi tra 2 o più stati-negoziazione, stipulazione,ratifica,scambio ratifiche)Pacta sunt servanda. Adeguamento alle norme del diritto internazionale, ripudio della guerra e adesione a organizzazioni che assicurino pace e giustizia.
ONU: prima società nazioni, poi nasce nel 1945 per promuovere la pace, giustizia e sviluppo del mondo. 1948 dichiarazione universale diritti umani per tutelare la pace e i diritti umani.
Assemblea generale ONU: rappresentanti di tutti gli stati membri, ogni stato ha diritto a un voto, questioni di interesse globale. Impo 2/3, normale 50%+1
Consiglio sicurezza: 15 membri (5 permanenti fr,gb,usa,cn e russia e 10 eletti ogni anno da assemblea generale) può adottare decisioni (risoluzioni) obbligatorie ai membri Onu. Ogni membro ha diritto di veto, opporsi a una deliberazione.
Segretariato generale:struttura amministrativa con capo segretario generale con compiti di rappresentanza e mediazione.
Corte internazionale di giustizia:risolvere questioni giuridiche tra gli stati membri. Aja
Consiglio economico e sociale:54 membri per sviluppo umano, economico e sanitario (Fao, Oil, Oms).
Corte penale internazionale:per crimini internazionali, genocidi, crimini di guerra e reati contro umanità. 18 giudici di diversa cittadinanza.
Onu opera per la pace tra gli stati del mondo con atti diplomazia preventiva, atti di pacificazione o invio caschi blu. Anche per minori e donna.
Nato: nasce nel 1949 con patto atlantico, fine politico militare per proteggere paesi membri dal rischio di aggressioni militari. Francia, ger e spa ritirate quindi no militari solo consiglio.
G8:esamina e discute problemi di interesse mondiale di natura economica, politica e ambientale.
WTO: liberalizzare scambi internazionali eliminando barriere doganali e riducendo tariffe commerciali.

Commenti

Post popolari in questo blog

I bisogni e servizi pubblici

Il fenomeno finanziario può essere discusso sotto due profili: descrittivo (conoscere e interpretare la realtà con un analisi positiva) e prescrittivo (che indica come devono essere gli interventi per il bene della collettività con analisi normativa). Le scelte pubbliche dipendono da giudizi di valore politici che avvantaggiano sempre uno e svantaggiano altri. I bisogni pubblici sono quelli sentiti dalla collettività e vengono soddisfatti dallo Stato e altri enti pubblici. Bisogni privati sentiti dai singoli e soddisfatti a livello individuale. I servizi pubblici sono i beni e servizi dello stato e altri enti pubblici destinati a soddisfare i bisogni pubblici. Sono divisibili ( se goduti da singoli soggetti ), indivisibili (per l'intera collettività, non sono rivali nel consumo, non si può escludere chi non paga) e parzialmente divisibili. Beni meritori: offerti dallo stato senza richiesta, Demeritori: tassa su alcolici, fumo..scoraggia. Le teorie sull'attività fina

Profland: appunti diritto e non solo

Gli esami universitari sono veramente terrificanti, pagine e pagine da studiare, memorizzare concetti su concetti, affrontare orali che mettono i brividi. Insomma un incubo che si avvera. Se poi la materia è il diritto, se non si è dei principi del foro, è veramente dura capire e memorizzare articoli, decreti, emendamenti e chi più ne ha più ne metta. Purtroppo a volte non basta prendere gli appunti a lezione, integrandoli con le nozioni dei libri, anche così lo studio sembra quasi impossibile. Ecco perché viene chiamato in causa il sito di profland, nel quale è possibile trovare appunti di diritto di ogni genere e di ogni grado di difficoltà. Infatti, all’interno dell’area appunti, sono presenti i file divisi per genere, pronti per essere scaricati. Il bello di questi appunti è quella di essere scritti in una maniera veramente semplice, insomma un notevole aiuto per lo studio. Siamo sicuri che li troverete molto interessanti e facili da studiare. A volte infatti basta semplicemente

Lo Stato

Stato : ente sociale formato su un determinato territorio quando un popolo si organizza giuridicamente e si sottopone a un potere centrale. Può essere primario (senza modificare l'esistenza di altri stati preesistenti) o secondario. Stato moderno: nasce nel XV con trattato Westfalia per fine guerra 30 anni. Sovranità :nessun potere superiore allo stato Stato comunità :organizzazione costituita da un popolo, su un territorio sottoposto a un autorità centrale. Stato apparato :Insieme organi che esercitano supremazia su cittadini cioè stato è persona guiridica con diritti e doveri e capacità di agire. Lo stato moderno è un ente originario (non deriva da nessuna esistenza e poteri), ente indipendente (non è subordinato a altro), è territoriale (esercita poteri su un spazio geografico preciso), un ordinamento politico a fini generali (soddisfare gli interessi della collettività), è rappresentativo (opera in nome dei cittadini) è un ente necessario perchè non esistono situazi