Passa ai contenuti principali

Appunti di diritto privato : novità dell' anno 2012 / 2013

Eccoci di nuovo sul blog dedicato agli appunti di diritto.
Dopo la fine dell'anno scolastico chi ha superato l'anno può comodamente riposarsi al mare o in montagna senza pensare troppo alla scuola: qualche lettura ogni tanto, qualche esercizio verso la fine del periodo estivo e sarete pronti per ripartire a settembre.
Per coloro invece che purtroppo hanno avuto debiti e non avranno molto riposo, speriamo sinceramente che i nostri appunti di diritto privato e pubblico risultino utili per prepararsi e superare con facilità l'esame di riparazione ed accedere all'anno successivo senza alcun problema.

Vi anticipiamo già ora che al ritorno dalle vacanze avremo tante novità in materia legislativa per quanto riguarda l' anno scolastico 2012 / 2013.
Con i continui cambiamenti al Governo e ai vari organi legislativi Italiani, anche il diritto privato e pubblico stanno assumendo svariate nuove forme che potranno anche sembrare di difficile comprensione per questo ci impegneremo a fornirvi appunti precisi ma allo stesso tempo semplici da capire e ricordare per facilitarvi nel vostro percorso di studio l' anno prossimo.

Non ci rimane che augurarvi un buon meritato riposo estivo a tutti e ritrovarci a Settembre per ripartire con tante informazioni utili sul diritto privato e pubblico in continua evoluzione.

Appunti di diritto privato anno 2012 / 2013

Commenti

Post popolari in questo blog

I bisogni e servizi pubblici

Il fenomeno finanziario può essere discusso sotto due profili: descrittivo (conoscere e interpretare la realtà con un analisi positiva) e prescrittivo (che indica come devono essere gli interventi per il bene della collettività con analisi normativa). Le scelte pubbliche dipendono da giudizi di valore politici che avvantaggiano sempre uno e svantaggiano altri. I bisogni pubblici sono quelli sentiti dalla collettività e vengono soddisfatti dallo Stato e altri enti pubblici. Bisogni privati sentiti dai singoli e soddisfatti a livello individuale. I servizi pubblici sono i beni e servizi dello stato e altri enti pubblici destinati a soddisfare i bisogni pubblici. Sono divisibili ( se goduti da singoli soggetti ), indivisibili (per l'intera collettività, non sono rivali nel consumo, non si può escludere chi non paga) e parzialmente divisibili. Beni meritori: offerti dallo stato senza richiesta, Demeritori: tassa su alcolici, fumo..scoraggia. Le teorie sull'attività finanziaria si s…

Lo Stato

Stato: ente sociale formato su un determinato territorio quando un popolo si organizza giuridicamente e si sottopone a un potere centrale. Può essere primario (senza modificare l'esistenza di altri stati preesistenti) o secondario. Stato moderno: nasce nel XV con trattato Westfalia per fine guerra 30 anni. Sovranità:nessun potere superiore allo stato Stato comunità:organizzazione costituita da un popolo, su un territorio sottoposto a un autorità centrale. Stato apparato:Insieme organi che esercitano supremazia su cittadini cioè stato è persona guiridica con diritti e doveri e capacità di agire. Lo stato moderno è un ente originario (non deriva da nessuna esistenza e poteri), ente indipendente (non è subordinato a altro), è territoriale (esercita poteri su un spazio geografico preciso), un ordinamento politico a fini generali (soddisfare gli interessi della collettività), è rappresentativo (opera in nome dei cittadini) è un ente necessario perchè non esistono situazioni senza stato.

Parafiscalità

L'attuale sistema di parafiscalità (contributi) è derivato da una lunga evoluzione con mutua assicurazione(associazioni volontarie), assicurazione sociale obbligatoria (bismarck), previdenza sociale(relazione salario) e infine sicurezza sociale welfare state (tutti protetti, non in base ai contributi versati, finanziate tramite imposte. Intervento pubblico per: motivi etico sociali, motivi efficienza economica e motivi merito. Il finanziamento della sicurezza sociale avviene con la capitalizzazione dei contributi (i contributi vengono accantonati) o con la ripartizione (chi lavora paga pensione a vecchi)(italia). La spesa pubblica in campo sociale assicura una equa ripartizione del reddito distribuendo dai più ricchi ai più deboli. Effetto sul sviluppo: effetti sul risparmio, sugli investimenti (riduce privati ma può aumentare pubblici) e sulla stabilità economica (positivi, funzione anticiclica). Forme distribuzione reddito: trasderimento cittadini attivi a inattivi, cittadini divers…